La pressa piegatrice ed i suoi utensili

press brake

 

 

La macchina utensile utilizzata per la piegatura della lamiera è la pressa piegatrice, di uso comune in ambito industriale e artigianale per la produzione di semilavorati. La piegatura del metallo è il processo base nella produzione di oggetti e servizi che utilizziamo comunemente nella vita quotidiana: dall’arredamento all’elettronica, dai trasporti alle reti di telecomunicazioni. Le sue applicazioni sono pressoché infinite.

 

Analizziamo brevemente le parti fondamentali che compongono la macchina ed il suo meccanismo di piegatura.

Il sistema idraulico (1), posto nella parte superiore della macchina, è il cuore pulsante che permette il funzionamento. Il sistema idraulico trasmettendo l’energia necessaria ai due cilindri laterali (2), che sono ad esso collegati, spinge la trave superiore (3) (dove è inserito un punzone) verso il piano inferiore fisso (4), che contiene uno stampo (detto matrice). Il foglio di lamiera viene posizionato nel banco di lavoro, tra punzone e matrice (5) dove ha luogo la piegatura. L’intero processo viene controllato da un pannello di comando CNC (6) e messo in funzione da un pedale di accensione/spegnimento (7).partipressa

 

Punzoni e matrici sono accessori utensili mobili, sostituibili e per qualsiasi esigenza. In commercio si possono trovare le più svariate forme e misure, con angoli di piegatura ben precisi in modo tale da personalizzare il risultato della piegatura: da quelli tondi o sagomati (le forme più comuni sono quadrati e rettangoli) a quelli più complessi (come esagoni, triangoli etc..). Il punzone può essere semplice (formato da una barra piena) o può presentare un incavo (detto a collo d’anatra). Quest’ultimo consente la piegatura di lamiere che sono state lavorate precedentemente, l’incavo infatti offre lo spazio necessario per eventuali ulteriori piegature.